Operatività derivati su futures e opzioni

L’operatività in derivati può essere effettuata con l’ausilio delle opzioni e/o dei futures.

Sono strumenti operativi diversi ma in molti casi si completano alla perfezione e non integrare le due operatività a volte è davvero un gran peccato.

Non bisogna pertanto fossilizzarsi esclusivamente su uno strumento finanziario. E’ opportuno infatti verificare se l’integrazione con un’altra tipologia di derivati possa portare dei benefici.

E’ bene ricordare che i derivati sono strumenti estremamente speculativi ed è un po’ come maneggiare un coltello molto affilato: se usato bene è molto utile, se usato male può fare molto male e generare danni piuttosto rilevanti.

L’obiettivo è quello di condividere alcune semplici strategie per comprendere le potenzialità dei derivati e gli utili che possono derivare da un’operazione corretta.

Diffidare sempre di chi dice che con le opzioni è semplice guadagnare: solo un corretto approccio legato ad una corretta interpretazione dell’andamento del mercato finanziario di riferimento può creare i presupposti per generare guadagni.

Si ricorda infatti che il mercato finanziario è relativamente imprevedibile e come direzione può essere di 3 tipi:

  1. Rialzo
  2. Ribasso
  3. Stabile

Comprendere quale sarà la fase di mercato e il tipo di volatilità crea il vero presupposto per guadagnare, il resto sono chiacchiere.

Alcune analisi e alcuni indicatori classici di analisi tecnica a volte possono aiutare a comprendere meglio il tipo di andamento del mercato analizzato e tentare di ipotizzare un andamento futuro in base al quale spesso si costruiscono strategie operative con i derivati ed in particolare con le opzioni.

Le strategie con le opzioni sono numerose e ognuna ha una sua caratteristica ideale.

Per ottenere buoni risultati quello che bisogna fare è utilizzare una strategia corretta in virtù del tipo di mercato che si va ad affrontare.

Scadenza Futures e opzioni

Il terzo venerdì del mese scadono le opzioni sull’indice e sulle azioni.

Il terzo venerdì del mese di ogni trimestre scadono anche i futures sull’indice azionario: il terzo venerdì del mese di marzo, giugno, settembre e dicembre scadono quindi oltre alle opzioni anche i futures sull’indice azionario e sulle azioni.

Questo giorno che si verifica 4 volte l’anno viene detto scadenza tecnica e l’accumularsi di tutte le scadenze compreso il future viene detto che si ha il giorno delle “tre streghe“.

In concomitanza con tale scadenza e nei giorni immediatamente precedenti a causa di sistemazioni tecniche si possono verificare aumenti dei volumi di contrattazione di singoli titoli azionari e/o derivati e non è da escludere un’anomala volatilità del mercato che può tendere ad aumentare e diminuire in base a vari fattori.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *